FUORIMILANO

Eugenio Galli festeggia 20 anni d’atelier

Appuntamento il 6, 7 e 8 dicembre dalle 18 alle 21

presso il suo studio a Seregno

Seregno, 29 novembre 2019 – Egli stesso si definisce il pittore della trascendenza, cioè l’andare oltre, oltre la realtà dell’universo fisico, del pensiero e della ragione. L’artista che crea, scevro da qualsiasi interferenza col mondo esterno: è questa l’arte di Eugenio Galli che quest’anno festeggia i suoi vent’anni d’atelier con tre aperitivi artistici.

L’appuntamento è per i giorni 6, 7 e 8 dicembre dalle 18 alle 21 presso il suo atelier a Seregno, in Corso del Popolo 42.

Galli oltre ad essere un esteta elegante e raffinato è un artista a tuttotondo, attraverso i suoi lavori  dialoga con l’anima di chi li osserva; le sue opere non necessitano di spiegazioni, ma lasciano spazio e libero arbitrio all’emozionalità del fruitore.

Eugenio Galli nasce nel 1951 a Seregno, in provincia di Monza-Brianza, dove oggi lavora. Sin dall’adolescenza coltiva la passione per la pittura.  Dopo gli studi scientifici lavora per circa vent’anni nella gioielleria di famiglia specializzandosi in gemmologia e contemporaneamente frequenta lo studio di Gianni Arde.

Dopo aver abbandonato la figurazione, agli inizi degli anni ’90 iniziano i suoi periodi astratti sino ad arrivare alla recente produzione che sfocia in una particolare filosofia alla ricerca dell’universalità spirituale che va sotto il nome di “La trascendenza di Eugenio Galli”.

Ha partecipato su invito a numerose personali e collettive in Italia e all’estero tra Roma, Firenze, Milano, Berlino, Lugano, Lione, Budapest, Sharjah (Emirati Arabi) e il Cairo.

Alcune sue opere sono conservate in collezioni pubbliche e private, nazionali ed internazionali.

Per conoscere meglio le sue opere e il suo percorso artistico,  l’appuntamento è presso il suo atelier  di Seregno il 6,7 e 8 dicembre dalle 18.00 alle 21.00.