Rubriche archiviate per: HI-TECH

Aziende e rischio fallimento: la tecnologia può aiutare a prevenirlo

Tutte le buone notizie che un imprenditore vorrebbe sentire nel Tg satirico di Fatture in Cloud

Nel 2018 sono state 11.233 le aziende costrette a chiudere i battenti in Italia e regioni come Lombardia, Lazio e Toscana hanno riportato il numero di fallimenti più alto in assoluto.

Tra le motivazioni che stanno più spesso alla base dell’insuccesso di un’impresa troviamo quelle di tipo finanziario: nel 70% dei casi, infatti, il fallimento viene imputato a problemi come la mancanza di liquidità e le difficoltà di accesso a finanziamenti.

A salvare dal fallimento viene in aiuto la tecnologia. Secondo le imprese infatti, l’innovazione portata in campo dalla digital transformation porterebbe all’acquisizione di vantaggio competitivo (62%), a un aumento della produttività (49%) e alla riduzione dei costi (31%). A conferma di ciò, l’86% delle PMI italiane ha investito una percentuale di fatturato proprio per la digital transformation.

In questo scenario, Fatture in Cloud, piattaforma che offre software di fatturazione online, per sensibilizzare all’utilizzo della tecnologia a supporto dell’impresa e del suo successo economico, lancia Breaking News – Buone notizie dall’impresa, il tg satirico che annuncia le “buone notizie” che un imprenditore vorrebbe sentire. Tra le notizie in primo piano, lanciate nella serie di video, vi è proprio quella di un cliente che avrebbe pagato la fattura nei termini previsti grazie a “una congiunzione astrale che si verifica una volta ogni 7500 anni”.

A raccontarlo è il mezzobusto di Francesco Alberici, volto di Educazione Cinica, la produzione Combocut che dal 2017 sforna video esilaranti dove vengono rappresentate le reazioni più ciniche e più assurde a situazioni comuni.

Non solo. Nelle edizioni straordinarie di Breaking news – Buone notizie dall’impresa viene dato spazio a casi “assurdi” della vita aziendale come quelli di imprenditori che riescono a tornare a casa per l’orario di cena oppure curricula recapitati in azienda privi di esperienze fasulle.

Gestire un’impresa è un lavoro duro, ma tutti gli imprenditori di successo sanno bene che vi sono alcune cose, seppur piccole all’apparenza, che possono fare la differenza tra il successo e il fallimento.

Uno studio condotto sui mercati americani e inglesi ha evidenziato come il 58% delle piccole imprese vincenti che ha superato la crisi, usava un software gestionale. Se pensiamo che l’Italia ha una fiscalità più complessa e un accesso al credito più rigido, l’uso di un software gestionale diventa fondamentale.

Con la nostra serie di video, in modo ironico, vogliamo sensibilizzare all’utilizzo della tecnologia a supporto dell’impresa e del suo successo economico” ha dichiarato lo staff di FattureinCloud.it

LEONARDO HORSE PROJECT: L’APP CON CONTENUTI DI REALTÀ AUMENTATA PER SCOPRIRE IL CAVALLO DI LEONARDO E TUTTE LE MERAVIGLIE DELL’IPPODROMO

Realizzata in occasione dei 500 anni dalla morte del genio fiorentino, è disponibile per smartphone iOs e Android

Un’app con contenuti nuovi e accattivanti creata per far vivere, in un’esperienza immersiva, la storia del Cavallo di Leonardo e di tutto l’Ippodromo Snai San Siro. Un viaggio interattivo alla scoperta del Leonardo Horse Project, ideato da Snaitech per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e che ha al centro la gigantesca statua realizzata dall’artista giapponese Nina Akamu e ispirata ai bozzetti del genio toscano.

Sei percorsi diversi introducono alla genesi e all’idea creativa del progetto, raccontando la storia della scultura equestre tra le più grandi al mondo, attraverso un percorso di video-mapping e lunghe interviste ai protagonisti.

L’app racconta la storia degli studi sui cavalli, i bozzetti, gli schizzi e i disegni preparatori, il tutto raccolto in una mostra multimediale realizzata in collaborazione con il Museo della Battaglia di Anghiari con la curatela di Gabriele Mazzi, direttore dello spazio museale toscano.

In una sezione dedicata, il percorso conduce l’utente anche nei luoghi più suggestivi dell’Ippodromo, con riprese delle meraviglie presenti all’interno dell’impianto e informando su tutti gli eventi organizzati per la stagione in corso.

Il cuore dell’app è dedicato all’idea centrale del progetto: le 13 riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo, interpretate da altrettanti artisti italiani e contemporanei secondo la personale cifra stilistica e selezionate da Cristina Morozzi, esperta di design. Una sua lunga intervista, insieme al fisico Massimo Temporelli, curatore dei contenuti scientifici, racconta come sono stati selezionati gli artisti e come è nata l’idea di interpretare le opere in chiave di design. Leonardo è infatti da molti considerato il primo designer della storia, il più grande innovatore multidisciplinare, progettista e pioniere nella pittura, nella scultura, nella scenografia e nella musica.

Gli artisti sono: Analogia Project, Markus Benesch, Marcelo Burlon, Matteo Cibic, Serena Confalonieri, Simone Crestani, Roberto Fragata, Antonio Marras, Vito Nesta, Daniele Papuli, Elena Salmistraro, Mario Trimarchi e Marcel Wanders. Dall’Ippodromo Snai San Siro usciranno per invadere pacificamente la città ed essere posizionati nei luoghi leonardeschi. Da qui l’idea di una mappa interattiva che, attraverso la geo localizzazione delle opere, suggerisce ai cittadini come raggiungerle per ammirarle da vicino.

Si è pensato anche ai più piccoli. L’applicazione infatti contiene anche una sezione dedicata a una caccia al tesoro che attraverso indovinelli portano i bambini a scoprire l’ippodromo e approfondire la conoscenza di Leonardo da Vinci.

Milano Design Week 2019: Samsung sfida l’ordinario!

Samsung protagonista della Milano Design Week 2019 con tre diverse installazioni: Milano in 8K, Resonance e 24h.Kitchen da cui l’azienda coreana diffonde la propria parola d’ordine per questa edizione della prestigiosa kermesse. Sfidare l’ordinario!

La tecnologia di Samsung, strettamente connessa al design, darà vita a momenti straordinari, dove l’innovazione si trasforma in emozione.

3 installazioni – distribuite tra Zona Tortona, Zona Brera e Il Samsung District – affiancate da un ricco calendario di eventi da vivere al Salone del Mobile e per le vie principali del Fuorisalone.  

 

Samsung Electronics partecipa alla Milano Design Week 2019, l’evento europeo più importante per gli appassionati di design e dell’arredo (ma non solo), inaugurando tre diverse mostre, assolutamente inedite, dedicate all’impulso innovatore dell’azienda nel mondo Audio Video, nel settore degli Elettrodomestici e nella concezione e sviluppo del Design.

Le installazioni sono state pensate per far vivere a tutti i visitatori, addetti ai lavori e non, momenti straordinari di tecnologia e design, attraverso percorsi tematici che vogliono essere di ispirazione e “sfidare l’ordinario” in tutti gli aspetti della vita quotidiana. Dalla sempre più totalizzante interazione uomo-tecnologia, alla passione per il cibo, inteso come stile di vita, fino alla capacità di catturare i più piccoli dettagli di ciò che ci circonda.

Alla scoperta della settimana del design di Samsung.

Gli eventi @ Samung District: MILAN UNVEILED: Viaggio nella Milano che non hai ancora scoperto

Dal 4 al 14 aprile presso la Samsung Smart Arena – Via Mike Buongiorno 9 – prenderà vita “MILAN UNVEILED: Viaggio nella Milano che non hai ancora scoperto” che mostrerà agli ospiti gli angoli più nascosti e segreti della città, realizzati attraverso una videocamera 8K. Angoli di quiete e silenzio, lontani dalle mete turistiche più gettonate, diventano protagonisti di 4 suggestivi docufilm valorizzati dall’esperienza visiva offerta dai QLED TV 8K, che permettono di cogliere e valorizzare anche i dettagli più nascosti.

Contemporaneamente, presso la Samsung Smart Home Via Mike Buongiorno 9 – sarà allestita in anteprima italiana l’esposizione della nuova gamma TV QLED 2019, che si contraddistingue per l’eccezionale definizione dell’immagine, la gamma colori particolarmente ricca e realistica, e che garantisce un’esperienza amplificata e profonda, in grado di far risaltare anche i più piccoli particolari.

 

 

L’installazione di tecnologia e design: Resonance @ Zona Tortona

Dal 9 al 14 aprile (dalle 10 alle 20) lo Spazio Bergognone 26 ospiterà la mostra “Resonance”, un progetto innovativo che intensifica l’interazione tra tecnologia e mondo tangibile al di là dello schermo. I visitatori entreranno in un dedalo di luci e colori e interagiranno personalmente con la mostra, diventandone parte integrante, attraverso comportamenti quotidiani, come respirare, parlare e toccare. Le esperienze che i visitatori vivranno incarnano i valori del design di Samsung Electronics, catturando con estrema precisione la filosofia di Samsung “Be Bold. Resonate with Soul”.

 

L’installazione dedicata al living-kitchen: 24h. Kitchen @ Brera Design District

Gli elettrodomestici Samsung troveranno spazio in una prestigiosa installazione presso lo spazio Brera Site 1/F dove, dal 9 al 14 aprile, l’azienda coreana darà vita alla sua idea di cucina con la mostra “24h. Kitchen”. L’installazione – aperta dalle 10 alle 20 in via delle Erbe 2 – riprodurrà i tre diversi momenti principali della giornata (mattina, mezzogiorno, sera) che si svilupperanno rispettivamente in tre sale, ognuna con il suo stile dedicato al momento che rappresenta. 24h.Kitchen proporrà a ogni visitatore un’idea di cucina che, mai come oggi, rappresenta “il cuore della vita domestica”, offrendo un’esperienza gastronomica unica partendo da ingredienti ordinari per trasformarli in formati innovativi, che riflettono il potenziale creativo quotidiano delle innovazioni di Samsung.

In questa cornice esclusiva, lo chef Davide Oldani realizzerà e presenterà sabato 13 aprile una sua creazione esclusiva, simbolo del Fuorisalone e omaggio all’incontro tra Samsung e il territorio milanese. Il piatto, in linea con la parola chiave che caratterizza questa edizione della Design Week dell’azienda coreana, si chiama “Defy The Ordinary”. Partendo da un sapiente uso dei tre ingredienti rappresentativi della mostra (uova, pomodoro e zucchero) lo chef ha dato vita ad una proposta che … sfida l’ordinario!

 

A Galaxy Event 2019

Mercoledì 10 aprile a CityLife, Ex-Padiglione 3 – Piazza VI Febbraio, a partire dalle ore 14.00 saranno presentati i nuovi smartphone della serie Galaxy A.

La giornata prevede anche un evento consumer serale sempre presso l’EX-Padiglione 3 a City Life, con performance live e DJ Set.

 

Home Cinema LED Samsung @ Salone del Mobile – Rho Fiera

Il progetto di Samsung dedicato al Luxury Living troverà spazio presso lo stand Vismara (dal 9 al 14 aprile, Rho Fiera). La sala cinema, della Collezione Luxury Entertainment di Vismara, sarà arricchita dall’eccellenza dello schermo Samsung Serie IF da 146 pollici ed un passo pixel da 1.2.

 

Gli eventi di Samsung che arricchiscono le vie del Fuorisalone

  • I TV di Samsung troveranno spazio all’interno della mostra-installazione “Elle Decor at Work. Evolution of Workspace” a Palazzo Bovara, aperta al pubblico dal 9 al 14 aprile.
  • “Materica The Beautiful Side of Design”, installazione su due piani voluta da Marie Claire Maison, presso Superstudio Più ospiteranno, dal 9 al 14 aprile, i TV di Samsung
  • Quando l’alta moda incontra la tecnologia. La rinomata lavatrice QuickDrive sarà esposta presso la boutique di Vivienne Westwood di Corso Venezia, dal 9 al 14 aprile.

 

Samsung Electronics

Samsung ispira il mondo e delinea il futuro attraverso idee e tecnologie rivoluzionarie, trasformando il mondo dei TV, smartphone, tecnologie indossabili, tablet, elettrodomestici, sistemi di rete e memorie, sistemi LSI e soluzioni LED. Per essere aggiornati sulle ultime novità, è possibile visitare la sezione Samsung Newsroom su www.samsung.com.

 

 

Federico Lazzerini, il re dei social media

Federico Lazzerini, il re dei social media

che ha conquistato il campione portoghese a Los Angeles.

Ha incontrato il suo staff in assoluto segreto in California.

Forte dei Marmi, febbraio 2019 – Federico Lazzerini, 28 anni e originario di Forte dei Marmi, è proprietario di due aziende di comunicazione digitale e rappresenta calciatori e personaggi del mondo dello spettacolo sui social media, un mercato imprenditoriale capace di muovere decine di milioni di euro.fbh Lo staff di Cristiano Ronaldo ha convocato Lazzerini lo scorso dicembre in California: il CR7 arriva a guadagnare 300 mila euro a post su Instagram e Lazzerini, che è entrato a far parte del suo staff,  ha migliorato da subito le performance,  stravolgendo l’approccio del campione sui social.

Lazzerini è a tutti gli effetti il social media manager dell’account più seguito al mondo, oltre a seguire e rappresentare anche l’immagine di Marcos Alonso, terzino sinistro del Chelsea, che ha conosciuto sotto le tende a Forte dei Marmi quando faceva il cameriere. Oggi Alonso ha 1,3 milioni di followers su Instagram.

Lo scorso dicembre Lazzerini ha presentato a Los Angeles un software dedicato ad Instagram che permette di aumentare la qualità delle interazioni e il pubblico di qualsiasi account.

Il software uscirà ufficialmente sul mercato a marzo, parallelamente all’accademia per diventare Social Media Manager, un mestiere ormai molto richiesto in qualsiasi settore e molto ben retribuito.

Io ho smesso di studiare a 18 anni. Da allora ho iniziato il mio percorso imprenditoriale, sperimentando diversi fallimenti nel lavoro, soprattutto quando ho osato nel mondo offline. Nell’estate del 2015 le aziende di famiglia sono state chiuse e anche il mio negozio: un’annata nera;dovevo scegliere se far benzina o uscire a mangiare una pizza. Ma quell’anno andai a fare la stagione a Forte dei Marmi, come cameriere sulla spiaggia. Ed è stato lì che ho avuto l’idea del digitale. Nel periodo in cui ero responsabile del servizio sotto le tende ho avuto il piacere e la fortuna di creare relazioni con grandi imprenditori e manager di tutto il mondo, anche e soprattutto del calcio. Ognuno di loro voleva apparire sui social, voleva che qualcuno si prendesse cura della loro immagine online”, afferma Lazzerini che insieme al suo team studia ogni generazione e le loro abitudini; sa esattamente perfino quanto tempo passa una persona su ogni applicazione.

Il suo segreto è essere vicino al cliente e sapere tutto di lui.

Insomma, il dominio di Lazzerini in quanto a social e comunicazione, ad oggi, appare assoluto: l’impero del manager di Forte dei Marmi è ormai una realtà grazie ad una banale, per certi versi, intuizione, sotto una tenda mentre serviva champagne.

SONY PRESENTA IL PROIETTORE TASCABILE

Sony annuncia il lancio del nuovo proiettore ultraportatile MP-CD1 a partire dalla prossima primavera. Grande quanto il palmo di una mano, MP-CD1 è in grado di proiettare contenuti fino a 120″ da una distanza ravvicinata di circa 3,5 metri. Questo proiettore estremamente versatile, del peso di appena 280g, trasforma all’istante ogni superficie in un grande schermo e funziona in modo assolutamente silenzioso, risultando perfetto per presentazioni di lavoro, giochi, eventi all’aperto o maratone notturne di cinema in famiglia.

Il luminoso display del #proiettore sfrutta la #tecnologia DLP® IntelliBright™[i], che utilizza avanzati algoritmi di elaborazione delle immagini per incrementare la luminosità, senza incidere sulla durata della batteria.

Il #proiettore è realizzato con un design esclusivo, che riduce al minimo il calore mantenendo una luminosità elevata, in un formato tascabile premiato nell’ambito degli iF 2018 Design Award. Con una luminosità di 105 ANSI lumen e una batteria integrata da 5.000 mAh, può proiettare immagini chiare e brillanti, con un’autonomia di fino a due ore. Autonomia che può essere estesa caricando il #proiettore attraverso la porta USB-C, anche durante l’utilizzo, eliminando così la necessità di avere con sé un adattatore CA e il rischio di dimenticarlo. Inoltre, se usato all’aperto, il proiettore MP-CD1 può essere ricaricato tramite un caricabatteria portatile.

Con un tempo di accensione superveloce di appena di 5 secondi e una serie di semplici opzioni di connettività tramite porta HDMI, i contenuti possono essere prelevati da svariate sorgenti, tra cui PC o persino PlayStation, e condivisi con tutti i presenti in pochi secondi. Ciò consente di evitare qualunque problema di continuità in un incontro di lavoro, mentre il dongle[ii] HDMI opzionale abilita il collegamento wireless con una varietà di dispositivi, tra cui smartphone e tablet, per guardare contenuti in streaming, grazie alla possibilità di alimentare simultaneamente il dongle attraverso la porta USB, anche durante la proiezione.

La correzione keystone automatica del #proiettore assicura una visualizzazione a schermo intero senza distorsioni, anche in caso di proiezione angolata, mentre la modalità di immagine dinamica ottimizza la luminosità e la saturazione delle immagini e dei video. Nella parte inferiore del dispositivo è presente un attacco standard per cavalletto, per facilitare la proiezione su ogni superficie, anche il soffitto.

Porsche utilizza l’inno-space per definire nuovi benchmark qualitativi

Negli ultimi 70 anni, porsche è sempre stata sinonimo di auto sportive di livello elevatissimo, realizzate all’insegna di uno standard di qualità d’eccellenza. Circa due terzi di tutti i veicoli porsche prodotti negli anni sono ancora idonei alla circolazione. Nell’area dedicata all’innovazione e denominata Inno-Space, di recente inaugurata presso lo stabilimento di Lipsia, porsche sta mettendo a punto il suo approccio futuro al quality management. La prima innovazione verrà collaudata proprio durante questo febbraio: si tratta del test che valuta il ‘look & feel’ della vettura attraverso la realtà aumentata. Il test, al momento ancora in fase sperimentale, verrà integrato nel processo di produzione entro la fine di quest’anno e costituirà uno strumento rapido e affidabile per individuare gli scostamenti dal livello di perfezione predeterminato, consentendo risparmi di tempo e un notevole incremento della qualità di analisi.

L’Inno-Space è una sorta di interfaccia fra il presente e il futuro delle attività di quality management. Fondamentalmente, consente lo sviluppo e il consolidamento delle innovazioni così che possano essere trasferite nei processi di produzione in serie in stabilimento. In quest’area è possibile simulare un ambiente informatico dedicato che riproduce le condizioni di fabbrica e può successivamente essere collegato, in modalità controllata, ai processi di lavorazione reali per consentire l’integrazione delle nuove funzioni nel processo produttivo. Queste nuovissime tecnologie, app e processi sono stimolati da un team IT interno che lavora in stretta collaborazione con gli specialisti in gestione della qualità. “Nell’Inno-Space possiamo sviluppare e testare idee e concetti innovativi senza dover sconvolgere i normali processi dello stabilimento”, spiega Albrecht Reimold, membro del comitato esecutivo di porsche AG e responsabile Produzione & Logistica. L’ambiente protetto viene utilizzato per collaudare le innovazioni che serviranno per il quality management di domani. Il team collabora con numerose università e start-up: insieme a GTV, una start-up di Dresda, porsche ha collaudato ad esempio l’utilizzo della realtà aumentata (AR) come piattaforma tecnica per il controllo di qualità.

Il test di valutazione del ‘look & feel’ basato sull’AR è un esempio tipico di come le innovazioni generate all’interno dell’Inno-Space vengono sviluppate e poi implementate. GTV ha collaborato con l’organizzazione di ricerca Fraunhofer per realizzare una app che prende i difetti rilevati durante il test ‘look & feel’ e li sovrappone a un’immagine del veicolo in ogni singola fase del processo di produzione. Una volta inseriti nella app tutti i dati CAD del veicolo e aver posizionato la telecamera di un tablet sul componente, l’immagine CAD viene sovrapposta all’immagine reale ed eventuali difetti o scostamenti risultano immediatamente visibili. Il database contiene inoltre dettagli di altri parametri, come ad esempio i punti di giunzione. Anche in questo caso, un confronto fra l’immagine reale e l’immagine CAD evidenzia all’istante le eventuali aree di giunzione che non soddisfano lo standard prefissato. Un altro vantaggio è rappresentato dal fatto che il processo di test può essere trasmesso in streaming in tempo reale alla sede di qualsiasi partner o stabilimento. Al contempo, i difetti rilevati vengono archiviati nel database centrale dello stabilimento e resi disponibili in tutto il mondo. “Ciò significa che potremo beneficiare di numerosi vantaggi che si estendono ben oltre il semplice processo di test”, precisa Andreas Schmidt, Responsabile della Qualità presso lo stabilimento porsche di Lipsia e incaricato dell’implementazione del progetto di realtà aumentata in collaborazione con gli istituti di ricerca. “Il fatto che il tablet sia collegato in rete ci permette di svolgere attività come, ad esempio, le ispezioni di qualità presso i nostri fornitori mediante video-conferenza, con tempi di preavviso brevi.”

Innovazioni di questo genere consentono a porsche di far evolvere costantemente il suo approccio al quality management, in molti casi definendo nuovi parametri di riferimento per gli altri. “L’eccellenza qualitativa è una componente fondamentale dell’identità del marchio porsche, oltre che un valore aggiunto atteso dai nostri clienti”, conclude Frank Moser, Direttore corporate Quality di porsche. “La qualità garantita da porsche è il risultato di un lavoro svolto con grande impegno e accompagnato in ogni fase di progetto e area di sviluppo da un’estrema precisione esecutiva e da un’appassionata ricerca della perfezione. Quando si tratta di qualità, ci sforziamo di curare ogni minimo dettaglio: è questo l’approccio che contraddistingue il marchio porsche.”

Smartphone CAT PHONES – Rugged e shock resistant

UNO SMARTPHONE DELLA GAMMA CAT® PHONES – RUGGED E SHOCK RESISTANT

È IL REGALO PERFETTO PER UNA LOVE STORY “A PROVA D’URTO”

Se è vero che anche i più duri spesso nascondono un cuore tenero, conquistate quello del vostro Lui con un Cat® Phones e dimostrategli come anche il vostro amore sappia essere davvero indistruttibile e ultraresistente!

Il vostro Lui lavora troppo? È spesso impegnato in situazioni critiche nello svolgimento della propria professione e ha bisogno di poter contare su un partner tecnologico al 100% performante anche nelle situazioni più sfidanti? L’inverno è nel pieno e il vostro compagno sta organizzando un week-end romantico con voi sulle piste da sci o in montagna?

Sia che lui pratichi sport estremi come free-riding, sci alpinismo o carving sulle piste, o che utilizzi lo smartphone per lavoro, dotarsi del giusto equipaggiamento ed avere un dispositivo pronto ad affrontare freddo, umidità, ghiaccio e neve farà sempre la differenza!

La gamma Cat Phones propone ben 4 idee regalo:

Cat S31 è lo smartphone pensato per chi cerca un dispositivo estremamente affidabile. Dotato di una potente batteria da 4,000mAh, è certificato IP68 per la resistenza alla polvere e all’acqua, resiste a cadute sul cemento da un’altezza di 1,8m e risponde agli standard MIL – SPEC 810G. Cats31 è uno smartphone da portare ovunque, per rimanere sempre connessi e produttivi.

Cat S41, dotato di una batteria da 5,000mAh, con un’autonomia di 44 giorni in stand-by o di 38 ore di conversazione in 3G, è talmente potente da poter ricaricare anche altri dispositivi e accessori, grazie alla funzionalità Battery Share che lo trasforma in un vero e proprio power bank.

Tramite il connettore USB Battery Share incluso è infatti in grado di ricaricare anche il vostro device o accessorio.
Come ha dichiarato il free-rider professionista Mario Gattinger: “Utilizzo da tempo cats41 e, quando svolgo la mia attività, lo porto sempre con me e posso fare di tutto! Posso registrare i percorsi che faccio, fare foto, girare video e condividere tutto direttamente sui miei canali social. Una delle funzioni per me fondamentali è, ad esempio, la possibilità di condividere la batteria del mio cats41. Mentre risalgo in funivia posso utilizzarlo come power bank per la mia action cam e mantenere una buona autonomia sul telefono, grazie all’accumulatore super potente”.

Cat S60, top di gamma, è l’unico sul mercato ad integrare la tecnologia thermal imaging grazie alla quale è possibile visualizzare un’immagine termica in tempo reale sullo schermo, catturare foto e video
anche in condizioni di completa oscurità, rilevare sbalzi termici e la temperatura esatta, tramite la semplice app preinstallata MyFLIR. È impermeabile fino a un’ora d’immersione a una profondità di 5 metri e, anche in presenza di luce intensa, assicura uno schermo sempre straordinariamente leggibile.

Funziona perfettamente tra i – 25°C e i 55°C e, grazie ad un design ergonomico e alla tecnologia glove-on integrata, il vostro Lui potrà utilizzarlo comodamente indossando i guanti da neve o da lavoro! Grazie alle certificazioni IP68 e Mil- Spec (Specifica Militare) 810G e al vetro altamente infrangibile Corning® Gorilla® Glass, inoltre, S60 offre una protezione completa non solo contro l’acqua, ma anche contro gli urti più violenti, sopportando anche cadute da 1.80 metri, su superfici dure.

Per questo San Valentino ormai alle porte, stupite il vostro tough-man con un Cat® Phone.

Nuovo aggiornamento per la versione PC di DREADNOUGHT

Nuova navicella eroe, un albero delle tecnologie rivisitato e tanto altro 

I cadetti spaziali di Six Foot e dello sviluppatore indipendente YAGERhanno annunciato oggi la pubblicazione del nuovo aggiornamento 1.11 per la versione pc di Dreadnought. I contenuti includono una nuova navicella eroe Naga, la rivisitazione completa dell’albero delle tecnologie, tantissimi miglioramenti minori e la localizzazione dei testi in lingua polacca.

https://youtu.be/GS1FXmOGKcs

In risposta al feedback della community di Dreadnought, l’albero delle tecnologie è stato completamente rivisto, e adesso dà ai giocatori molta più libertà di sviluppare direttamente i moduli e le navicelle che desiderano davvero, senza perdere tempo.

Gli altri miglioramenti includono un loadout secondario per dare più varietà agli scontri e l’integrazione con la tecnologia Chroma di Razer. Non ci sono mai stati tempi migliori per i fan dei combattimenti spaziali intergalattici!

Per continuare la colonizzazione multicultrale dello spazio, il polacco è la quinta lingua supportata dalla versione pc di Dreadnought, dopo lo spagnolo latino americano, il francese, il tedesco e l’inglese.

Lo sparatutto spaziale multigiocatore Dreadnought è disponibile gratuitamente per pc e PlayStation®4. Per maggiori informazioni visita il sito www.dreadnought.com, e segui i profili social del gioco su FacebookTwitter e Twitch.

E-commerce: la crescita è inarrestabile

Il web come porta principale per gli acquisti degli italiani? Una realtà testimoniata dalla crescita esponenziale del numero di e-commerce presenti in rete, e dai dati relativi al flusso di vendite attraverso le maglie di Internet. Milioni di persone, oggi, amano lo shopping online e non rinunciano a questa nuova abitudine in qualsiasi momento buono della giornata: grazie anche alla contemporanea esplosione delle connessioni web via smartphone, fare acquisti in rete è diventato un vero e proprio hobby, oltre che una necessità. Vediamo dunque di approfondire l’argomento e-commerce ed il suo successo in Italia.

Shopping digitale: il 2016 è l’anno dell’Italia

Il comparto delle vendite online in Italia vale circa 20 miliardi di euro: sono queste le cifre emerse dalla quarta edizione di Ecommerce Strategies, una conferenza che ha visto l’intervento di alcuni dei maggiori esperti di questo settore. Secondo i dati, infatti, apprendiamo che il numero di e-commerce in Italia è in continuo aumento, al punto da aver spinto ad una crescita del 18% del fatturato prodotto dalle vendite in rete. Un discorso che, sempre più spesso, riguarda anche i settori apparentemente meno predisposti allo shopping online.

Anche in ambiti meno scontati, infatti, esiste oramai un solido mercato dell’e-commerce: pensiamo per esempio a quello musicale, oramai monopolizzato da siti come Spotify o iTunes, dai quali è possibile acquistare musica online. Ma il boom di vendite in rete riguarda anche il mercato relativo a chi la musica la suona per davvero, con la possibilità di vendere strumenti musicali usati in pochi click, ottenendo il denaro necessario per passare a strumenti più performanti.

Non solo elettronica: il successo del Food & Grocery

Quando si parla di e-commerce e di vendite su Internet, il comparto dei prodotti elettronici non è certo l’unico ad aver conosciuto un vero e proprio boom. Basti pensare, ad esempio, al settore del Food & Grocery: sono sempre più diffusi i negozi elettronici specializzati nella vendita di prodotti alimentari, al punto da rappresentare oramai il 90% delle vendite online in Italia per quanto concerne questo settore, con un aumento pari al +27% rispetto al 2015. Si tratta di una crescita esponenziale significativa, considerando che solo di recente il nostro Paese si è aperto a questo genere particolare di shopping online.

E-commerce in Italia: le prospettive per il futuro

Le prospettive della crescita del comparto e-commerce in Italia sono rosee, ed è proprio l’aumento degli acquisti da smartphone a rappresentare il traino decisivo del successo dello shopping online. Stando ai dati di settore, infatti, sono sempre più numerose le attività locali che decidono di ampliare il proprio mercato creando un negozio elettronico ed uscendo dai propri confini grazie alla rete: al punto che, sempre secondo Ecommerce Strategies, nel 2017 il 27% del budget delle imprese verrà destinato proprio in questo canale di vendita.

Italiani onnivori digitali: dallo streaming ai social

internet-intrattenimentoChi sono gli onnivori digitali
Sono quelli che possiedono i 3 dispositivi mobili per collegarsi a internet e cioè il pc portatile o laptop, lo smartphone e il tablet.
L’indagine che ha preso il nome di “State of Media Democracy” messa a punto da Delitte ha portato alla luce una caratteristica: in Italia c’è una vera e propria passione per il digitale.
Questa passione riguarda tutti i contenuti “digital” nonché i relativi dispositivi che scalano l’indice di gradimento non solo della generazione di “nativi digitali” ma anche di quelle precedenti, che sono sempre alla ricerca del mobile device di ultima generazione anche per usufruire dello streaming a pagamento su infinitytv.it per esempio.

I risultati della ricerca
La ricerca è stato effettuata a marzo-aprile dell’anno scorso e ha coinvolto un campione di 2.127 utilizzatori appartenenti a diverse classi di età e zone geografiche, con una rappresentanza omogenea di queste categorie.
Si va dai “Training Millenials” dai 14 ai 24 anni fino agli ultra 67enni, i “Matures”.
E’ risultato che il 44% ha appunto tutti i 3 i dispositivi mobili che sono stati presi in esame per l’indagine. La sorpresa sta nel fatto che sono nel 2013 questa percentuale era ferma al 31%.
In particolare, da quando nel 2011 è entrato nel mercato il tablet, il numero dei possessori è salito al 58%, un più 20% rispetto all’anno prima.
Lo smartphone però è il dispositivo più diffuso perché lo possiedono l’85% degli italiani intervistati e invece nel 2013 erano il 72%.
A fronte di questo incremento di possessori di tablet e smartphone diminuiscono quelli di laptop, passando dal 77% del 2013 all’85% del 2014.
E’ evidente quindi che si è verificato un vero e proprio boom verso il digitale anche per quanto riguarda i contenuti.

I contenuti più visitati su internet
I contenuti che più vengono utilizzati dagli onnivori digitali e non solo sono soprattutto quelli riferiti soprattutto all’uso dei social network, Facebook in testa dove solo l’8 su 100 intervistati confermano di non avere un profilo. Un vero e proprio plebiscito a favore della comunicazione social.
Il 62% invece lo usa per cercare informazioni che possono riguardare la ricerca di notizie sui brand più di quanto non si possa fare in generale sul web.
Addirittura i social possono tranquillamente dare l’opportunità di reperire informazioni, meglio di quelle che è capace di dare il customer service, per risolvere varie problematiche.

Il boom dello streaming on line
E’ curioso come accanto all’avvento del digitale terreste con centinaia di canali disponibili è stato registrato un boom delle tv a pagamento come infinity.
Al di la delle varie offerte che periodicamente permettono di provare il servizio a costi molto bassi, c’entra certamente il fatto che i prodotti televisivi lasciano a desiderare gli onnivori digitali (dalla ricerca è emerso che solo il 47% guarda la TV regolarmente).
Gli spettatori cercano la qualità e avendo a disposizione i dispositivi mobili preferiscono scegliere cosa e quando vedere un contenuto, in qualsiasi parte del mondo essi si trovino: tra i canali più utilizzati di film in streaming a pagamento c’è infintytv.it in particolare per la possibilità di rivedere le serie tv più amate, prime fra tutte la più nota è “Il Segreto”

Gli onnivori digitali e lo streaming
Sempre dalla suddetta indagine è stato verificato che gli onnivori digitali guardano film in streaming nel 58% dei casi mentre i “non onnivori” sono solo il 32%.
Proprio questa propensione ha portato le aziende produttrici ad orientare i loro prodotti in base alle tendenze dettate da questi potenziali acquirenti.
La passione per il digitale si prevede che porterà alla richiesta del mercato di avere a disposizione anche 3 schermi contemporaneamente, e questo è già evidente se si pensa alla produzione di “ibridi” come il phablet (telefono e tablet) ma anche dei notelet (notebook ma anche tablet).
Ci saranno quindi piattaforme che produrranno contenuti molteplici per andare proprio incontro a queste aspettative.
Il mercato è quindi orientato alla partecipazione attiva degli stessi clienti, al fine di sapere come soddisfare i loro desideri.
Le abitudini di chi naviga sono indirizzate molto meno verso i libri (34%) e ancora meno alla musica con solo il 30%.
Molto pochi (il 25%) sono gli italiani che invece si dedicano alla lettura dei quotidiani on line e ancora meno, il 21%, cercano informazioni sul cinema. In coda c’è la propensione ai giochi on line che si ferma all’8%, mentre quelli occasionali sono il 9%.

Galleria fotografica

http://www.myebook.com/ebook_viewer.php?ebookId=122614
Accedi | Disegnato da LM Media